11 gennaio: Decontribuzione Sud: chiarimenti dell’Inps

Home Primo piano Notizie in tempo reale Decontribuzione Sud: chiarimenti dell’Inps

Messaggio n. 72 dell’11 gennaio 2021
L’Istituto è intervenuto sull’esonero contributivo previsto, nella misura del 30%, in favore dei datori di lavoro privati (c.d. decontribuzione Sud). L’agevolazione, ferma restando l’aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, è riconosciuta, dal 1° ottobre 2020 al 31 dicembre 2020, in riferimento ai rapporti di lavoro subordinato, con esclusione del settore agricolo e dei contratti di lavoro domestico, “la cui sede di lavoro sia situata in regioni che nel 2018 presentavano un prodotto interno lordo pro capite inferiore al 75 per cento della media EU27 o comunque compreso tra il 75 per cento e il 90 per cento, e un tasso di occupazione inferiore alla media nazionale”. L’Inps, con la Circolare n. 122 del 22 ottobre 2020, ha fornito le prime istruzioni per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi all’applicazione del predetto beneficio contributivo, chiarendo che la decontribuzione possa essere riconosciuta alle aziende che abbiano sede legale o unità operativa/e nelle regioni c.d. svantaggiate. Tanto rappresentato, anche in considerazione delle richieste pervenute all’Istituto, in adesione agli orientamenti espressi dal Ministero del Lavoro, con il Messaggio n. 72/2021, si forniscono alcuni chiarimenti.
SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO
Nell’ambito della somministrazione di manodoper, gli obblighi derivanti dallo svolgimento del rapporto, tra i quali gli adempimenti retributivi e previdenziali, gravano sull’Agenzia che effettua l’assunzione. Il beneficio in esame non è dunque riconoscibile nel caso in cui il lavoratore in somministrazione, pur svolgendo la propria attività lavorativa in unità operative dell’azienda utilizzatrice ubicate nelle aree svantaggiate, sia formalmente incardinato presso un’Agenzia di somministrazione situata in una regione diversa da quelle ammesse ad usufruire dello sgravio, poiché rileva la sede di lavoro.
LAVORATORI MARITTIMI
Le imprese armatoriali possono beneficiare dell’esonero contributivo in argomento per i lavoratori marittimi che siano imbarcati su navi iscritte nei compartimenti marittimi ricadenti nelle regioni del Mezzogiorno.
TREDICESIMA MENSILITÀ
La decontribuzione può trovare applicazione anche sulla contribuzione relativa alla tredicesima mensilità erogata a dicembre 2020.
Si veda Messaggio n. 170 del 15 gennaio 2021
Si veda Messaggio n. 728 del 19 febbraio 2021
L’argomento è stato approfondito nella Rivista n. 14/2021 riservata agli abbonati.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Emergenza Covid-19 INPS_Messaggio numero 72 del 11-01-2021.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236