9 marzo 18: Gestione separata: trasferimento dei versamenti non dovuti

Home Primo piano Notizie in tempo reale Gestione separata: trasferimento dei versamenti non dovuti

Inps
Circolare n. 45 del 9 marzo 2018
L’Inps ha definito le fattispecie e ha fornito le istruzioni sulle modalità di trasferimento diretto della contribuzione dall’ente che ha erroneamente ricevuto il pagamento a quello a cui la contribuzione risulta effettivamente dovuta.
LA DOMANDA DI TRASFERIMENTO DIRETTO
L’istanza di trasferimento della contribuzione indebitamente versata all’Inps può essere presentata:
-> dal professionista o dal collaboratore
-> o direttamente dall’ente previdenziale a seguito di accertamento d’ufficio o a seguito di sentenza.
Il trasferimento avrà ad oggetto tutta la contribuzione previdenziale indebitamente versata all’Inps, con esclusione della contribuzione versata ai fini assistenziali, a prescindere dal periodo assicurativo e dalla data dei relativi versamenti, fatta salva la contribuzione riferita a periodi anteriori all’iscrizione all’Albo professionale. La domanda, da presentare on line utilizzando il modello specifico (la cui pubblicazione sarà resa nota con separato messaggio) dovrà indicare:
- il periodo di riferimento,
- la motivazione,
- l’ente destinatario della contribuzione,
- l’importo del contributo da trasferire.
L’argomento è stato approfondito nella Rivista n. 10/2018, riservata agli abbonati. 2018 - 10 La Rivista del Lavoro

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Gestione separata Inps Inps, Circolare n. 45 del 9 marzo 2018.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236