9 giugno: Regolarizzazione dei domestici stranieri: quali documenti servono?

Home Primo piano Notizie in tempo reale Regolarizzazione dei domestici stranieri: quali documenti servono?

Assindatcolf
Nota del 9 giugno 2020
Il lavoratore extracomunitario per il quale si presenta istanza di regolarizzazione, oltre a dover fornire un documento valido o in fase di rinnovo, dovrà dimostrare di essere sul territorio italiano prima dell’8 marzo 2020. La legge parla di rilievi fotodattiloscopici prima dell’8 marzo 2020, di dichiarazione di presenza resa in base alla Legge n. 66/2007 o di attestazioni rilasciate da organismi pubblici. Può essere sufficiente una certificazione medica proveniente da struttura pubblica, un certificato di iscrizione scolastica dei figli, le tessere nominative dei mezzi pubblici, certificazioni provenienti da forze di Polizia, titolarità di schede telefoniche o contratti con operatori italiani. E ancora, documentazione proveniente da centri di accoglienza e/o di ricovero autorizzati anche religiosi, attestazioni rilasciate dalle rappresentanze diplomatiche o consolari in Italia.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Stranieri e lavoro all'estero Regolarizzazione dei domestici stranieri_ quali documenti servono_ - ASSINDATCOLF.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236