5 agosto: Regolarizzazione dei rapporti di lavoro con stranieri

Home Primo piano Notizie in tempo reale Regolarizzazione dei rapporti di lavoro con stranieri

Ministero dell’Interno
Circolare n. 2689 del 5 agosto 2020
Sono state fornite ulteriori istruzioni operative per la regolarizzazione dei rapporti di lavoro o, l’instaurazione di un nuovo rapporto di lavoro con lo straniero richiedente protezione internazionale, ex art. 103, c. 1, D.L. n. 34/2020 (convertito, con modificazioni, nella Legge n. 77/2020). Innanzitutto, la circolare offre in premessa una sintesi delle disposizioni di legge che regolamentano l’emersione, quindi, sottolinea che nella domanda devono essere riportati gli estremi del documento di riconoscimento dello straniero in corso di validità. Non è necessaria la copia del passaporto poiché anche il permesso di soggiorno per richiesta asilo è un valido documento di riconoscimento. Ne consegue che non è necessario che lo straniero si rechi presso l’autorità (ambasciata o consolato) del suo Paese di origine per ottenere il passaporto, né è necessario richiedere quello che è stato consegnato in Questura. Se lo straniero non possiede un documento in corso di validità (o, si trova senza passaporto e il permesso di soggiorno per richiesta asilo è scaduto e non gli è ancora stato rilasciato quello nuovo) può richiedere alla Questura una copia conforme del passaporto, nel caso in cui sia stato consegnato all’atto della richiesta di asilo.
Inoltre,
• non è necessario ritirare la domanda di asilo al fine di ottenere la regolarizzazione dato che entrambe le procedure possono convivere;
• non deve essere ritirata la domanda di asilo quando quella di regolarizzazione viene accolta. Infatti se lo straniero decide di continuare la procedura di asilo, gli verrà rilasciato un permesso di soggiorno per lavoro subordinato cartaceo con la dicitura R che gli consente di soggiornare, lavorare ma non di lasciare l’Italia.
Invece se si interrompe la procedura di asilo, allo straniero verrà rilasciato un permesso di soggiorno elettronico per lavoro subordinato. Se entrambe le procedure vanno a buon fine (regolarizzazione e richiesta silo) lo straniero dovrà decidere tra il permesso di soggiorno per protezione internazionale oppure permesso di soggiorno per lavoro subordinato.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Stranieri e lavoro all'estero MI-Circolare-5ago2020-n-2689-emersione-rapporti-lavoro.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236