31 ottobre 18: Contratto a termine e somministrazione: chiarimenti del Ministero

Home Primo piano Notizie in tempo reale Contratto a termine e somministrazione: chiarimenti del Ministero

Ministero del Lavoro
Circolare n. 17 del 31 ottobre 2018
Sono state fornite indicazioni interpretative sulle modifiche introdotte dal D.L. n. 87/2018 convertito in Legge, con modificazioni n. 96/2018, in tema di contratto a tempo determinato e somministrazione di lavoro.
CONTATTO A TERMINE
Per ciò che attiene alla proroga di un contratto si chiarisce che deve contenere le stesse ragioni giustificatrici che hanno giustificato inizialmente l’assunzione a termine. A proposito della causale è stabilito la causale deve essere indicata (anche se non richiesta) nelle ipotesi in cui vi è la fruizione di benefici previsti da altre disposizioni di legge (es. sgravio contributivo per sostituzione maternità).
Sul rinvio alla contrattazione collettiva, si precisa che la contrattazione collettiva può derogare alla durata massima del contratto a termine e che le previsioni contenute nei contratti collettivi stipulati in data antecedente il 14 luglio 2018, mantengono la loro validità fino alla data di scadenza, ancorché abbiano previsto una durata pari o superiore a 36 mesi. Nel consegue che al primo rinnovo la misura ordinaria dell’1,4% andrà incrementata dello 0,5%. Per ciò che riguarda il contributo addizionale è chiarito che al primo rinnovo la misura ordinaria dell’1,4% andrà incrementata dello 0,5%; ne consegue che questa diventa la nuova misura del contributo cui aggiungere nuovamente lo 0,5% in caso di ulteriore rinnovo.
SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO
In tema di causali, il Dicastero precisa che l’obbligo di specificare le motivazioni del ricorso alla somministrazione sorge non solo quando i periodi siano riferiti allo stesso utilizzatore nello svolgimento di una missione di durata superiore a 12 mesi ma anche quando lo stesso utilizzatore aveva instaurato precedentemente un contratto a termine con il medesimo lavoratore per lo svolgimento di mansioni di pari livello e categoria. Sui somministrati viene precisato che detti lavoratori possono essere inviati in missione a tempo determinato o indeterminato senza obbligo di causale o di limiti di durata, rispettando solo i limiti percentuali previsti dalla legge o dal Ccnl. Il limite di contingentamento di utilizzo della somministrazione previsto dalla legge può essere derogato dalla contrattazione collettiva e il nuovo limite del 30% del numero di lavoratori a tempo indeterminato trova applicazione per ogni nuova somministrazione o contratto a termine stipulato dal 12 agosto 2018.
L’argomento è stato approfondito nelle Riviste n. 2018 - 43 La Rivista del Lavoro, n. 2018 - 44 La Rivista del Lavoro e 2019 - 06 La Rivista del Lavoro riservate agli abbonati.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Lavoro a termine e stagionale ML-31ott2018_17-contratto-a-termine-e-somministrazione.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236