FONTI: Giurisprudenza

Home

Corte di Cassazione Ordinanza n. 16720 del 14 giugno 2021 L’art. 2094 cod. civ. “E' prestatore di lavoro subordinato chi si obbliga mediante retribuzione a collaborare nell'impresa, prestando il proprio lavoro intellettuale o manuale alle dipendenze e sotto la direzione dell'imprenditore”. Il rispetto dell’orario di lavoro non è di per - Leggi tutto...

Corte di Cassazione - Sezioni Unite civili Sentenza n. 16084 del 9 giugno 2021 I versamenti effettuati dal datore di lavoro al fondo di previdenza complementare hanno natura previdenziale se il Fondo ha le seguenti caratteristiche: - un'autonoma personalità giuridica, - una gestione separata del datore di lavoro. Pertanto, se - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Ordinanza n. 16154 del 9 giugno 2021 Il verbale di conciliazione concluso in sede sindacale è valido se l'assistenza prestata dal sindacalista, presente in sede conciliativa, è effettiva. Non è necessario, invece, che il sindacalista sia conosciuto dal lavoratore assistito. - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 22256 dell’8 giugno 2021 In caso di infortunio sul lavoro di un dipendente, l'azienda non è responsabile ex D.Lgs n. 231/2001 se le norme sulla sicurezza del lavoro vengono violate in seguito ad una sottovalutazione del rischio e non invece con l'intento di ottenere un - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 15465 del 3 giugno 2021 E’ legittimo il licenziamento per giusta causa intimato al dipendente che svolge in via continuativa altra attività lavorativa (in particolare nell'esercizio commerciale della figlia), durante il periodo di congedo per malattia. Nel caso in specie, il lavoratore aveva documentato lo - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Ordinanza n. 15005 del 28 maggio 2021 In mancanza di un preciso accordo tra le parti, il professionista non può chiedere al cliente compensi nel periodo successivo al recesso, poiché in tale circostanza non trovano applicazione le disposizioni relative al regime di abbonamento annuale. - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 14180 del 24 maggio 2021 E’ illegittimo il licenziamento collettivo intimato dal datore di lavoro che, nella comunicazione finale della procedura [ex art. 4, c. 9, Legge n. 223/1991] non ha indicato i criteri di scelta degli esuberi e le modalità di applicazione di essi. - Leggi tutto...

Corte di Cassazione - IV sezione Sentenza n. n. 20416 del 24 maggio 2021 La Suprema Corte non ravvisa la sussistenza del nesso di causalità tra l’omissione dell’aggiornamento del Documento di Valutazione dei Rischi in ragione del rischio biologico da Covid-19 ed il reato di epidemia colposa. Nel caso di - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 14199 del 24 maggio 2021 E’ illegittimo il licenziamento per giusta causa del lavoratore che avvia una protesta, sul posto di lavoro, per denunciare le condizioni cui è sottoposto. Secondo la Suprema Corte, la condotta del lavoratore non può essere considerata fraudolenta, in quanto non - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 14062 del 21 maggio 2021 Tutte le indennità che spettano al lavoratore al momento della cessazione del rapporto sono assoggettate alla prescrizione quinquennale, ex art. 2948 c.c., a prescindere che siano di natura retributiva o previdenziale. Ricordiamo che l’art. 2948 prevede che: “si prescrivono in - Leggi tutto...

Pagina 1 di 126
Inizio Indietro 1 2 3 4 5 6 7 8 

Giurisprudenza

Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236