31 dicembre 20: Controlli in UniEMens dell’imponibile eccedente il massimale

Home Primo piano Notizie in tempo reale Controlli in UniEMens dell’imponibile eccedente il massimale

Inps
Messaggio n. 5062 del 31 dicembre 2020
Il massimale contributivo di cui all’art. 2, c. 18, della Legge 8 agosto 1995, n. 335, costituisce il limite di valore annualmente rivalutato oltre il quale la retribuzione non deve essere assoggettata a prelievo di contributi previdenziali e riguarda i lavoratori privi di anzianità contributiva riferibile a periodi anteriori al 1° gennaio 1996 ovvero coloro che abbiano optato per il regime contributivo. L’Inps ha estratto i lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dipendenti (Fpld) individuando tutte le denunce che, tra il 2015 e il 2016, avevano valorizzato il campo <EccedenzaMassimale>. Sono state individuate, in particolare, le seguenti due tipologie di anomalia:
- lavoratori con imponibili annui inferiori al massimale contributivo per quella specifica annualità. Si tratta di tutti quei casi in cui sono state esposte eccedenze in maniera impropria, a fronte di imponibili che non ne giustificavano l’utilizzo;
- lavoratori il cui estratto conto evidenzia la presenza di contributi anteriori al 1° gennaio 1996, in assenza di opzione per il sistema contributivo, secondo le risultanze degli archivi in uso.
Le liste estratte sono state distribuite alle Direzioni regionali/Direzioni di coordinamento metropolitano per le successive attività istruttorie e di recupero. Se all’esito dei descritti controlli l’operatore dovesse vedere confermate le seguenti due circostanze:
- presenza di anzianità contributiva antecedente la data del 1° gennaio 1996,
- assenza di esercizio dell’opzione per il sistema contributivo ai sensi dell’art. 1, c.23, della Legge n. 335/1995.
La Struttura territoriale procederà al recupero dei contributi non versati applicando l’aliquota Ivs piena (comprensiva dell’aliquota aggiuntiva dell’1%, a carico del dipendente, di cui all’art. 3-ter del D.L. n. 384/1992; all’imponibile esposto come <EccedenzaMassimale>. A tal fine, si precisa che nel caso in cui fossero presenti più datori di lavoro nel corso del medesimo anno, la diffida andrà indirizzata nei confronti del datore di lavoro presso cui si è effettivamente verificato il superamento del massimale erroneamente esposto come eccedenza secondo la competenza per matricola.
Per tutte le casistiche considerate, è stato predisposto un modello di diffida (Allegato al messaggio in commento) che dovrà essere indirizzato al datore di lavoro inadempiente a mezzo Pec, tramite la sezione “Contatti” del Fascicolo Elettronico del Contribuente. La diffida indica l’imponibile sottoposto a Ivs, i contributi dovuti e le sanzioni civili applicabili. L’aliquota Ivs applicabile è quasi sempre quella generale del Fpld; in casi particolari, l’aliquota può essere verificata tramite l’applicazione “Utility DM”.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Moduli e adempimenti INPS-Messaggio numero 5062 del 31-12-2020.pdf -
Moduli e adempimenti INPS-Messaggio_numero_5062_del_31-12-2020_Allegato_n_1.doc -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236