Corte di Cassazione
Ordinanza n. 13536 del 18 maggio 2021
Il diritto del lavoratore al risarcimento del danno professionale non è un riflesso automatico a qualsiasi inadempimento da parte del datore di lavoro. Affrontando il caso di specie (demansionamento del lavoratore), la Suprema Corte ha sottolineato che il riconoscimento del danno è subordinato ad un’allegazione specifica riguardante la natura e le caratteristiche del pregiudizio arrecato al dipendente.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Contenzioso, conciliazione, arbitrato Cassazione-sentenza 13536.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novitĂ  in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236