24 luglio: E’ in Gazzetta la Legge di conversione del decreto Sostegni-bis

Home Primo piano Notizie in tempo reale E’ in Gazzetta la Legge di conversione del decreto Sostegni-bis

Presidente della Repubblica
Legge n. 106 del 23 luglio 2021
G.U. n. 176 del 24 luglio 2021
E’ stata pubblicata in Gazzetta la legge recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all’emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”, che è entrata in vigore il 25 luglio 2021.
In ambito lavoristico prevede le seguenti novità.
CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO
E’ possibile stipulare contratti a tempo determinato di durata superiore a 12 mesi e comunque non eccedente i 24 mesi anche per le specifiche esigenze stabilite dai contratti collettivi (nazionali, aziendali e territoriali), fino al 30 settembre 2022.
CONTRATTO DI RIOCCUPAZIONE
E’ stato introdotto, in via sperimentale per il periodo dal 1° luglio al 31 ottobre 2021, il contratto di rioccupazione che comporta, a determinate condizioni, l’esonero dal versamento del 100% dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro - con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail - nel limite massimo di importo pari ad euro 6.000 su base annua, riparametrato e applicato su base mensile, e per la durata di 6 mesi. Se il lavoratore allo scadere dei sei mesi non viene confermato si perde tutta l’agevolazione.
DECONTRIBUZIONE DATORI DI LAVORO DEL TERZIARIO E DELLO SPETTACOLO
Ai datori di lavoro del commercio, del turismo, delle terme nonché del settore creativo, culturale e dello spettacolo è riconosciuto, fino al 31 dicembre 2021, l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali, fruibile entro il 31 dicembre 2021, nel limite del doppio delle ore di integrazione salariale già utilizzate nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021, a condizione che non procedano a licenziamenti per tutto l’arco del 2021.
CONTRATTO DI ESPANSIONE E SCIVOLO PENSIONISTICO
Con effetto dal 26 maggio 2021 si riduce, per il 2021 da 500 a 100 unità il limite di organico per le imprese autorizzate alla stipula di un contratto di espansione e da 250 a 100 unità il limite di organico delle imprese per lo scivolo pensionistico concordato.
CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA IN DEROGA
E’ previsto un nuovo trattamento di cassa integrazione straordinaria in deroga a favore delle imprese ex art. 8, comma 1, D.L. n. 41/2021, che abbiano subito nel primo semestre del 2021 un calo di fatturato di almeno il 50% rispetto allo stesso periodo del 2019, previa stipula di accordi collettivi aziendali finalizzati al mantenimento dei livelli occupazionali, per una durata massima di 26 settimane nel periodo ricompreso tra il 26 maggio 2021 e il 31 dicembre 2021.
Inoltre, sono riconosciute ulteriori 13 settimane di Cigsd, fruibili fino al 31 dicembre 2021, in favore dei datori di lavoro privati che sospendono o riducono l’attività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19 e che non possono ricorrere ai trattamenti di integrazione salariale (ordinaria o straordinaria). Sono preclusi i licenziamenti.
ESONERO CONTRIBUTO AGGIUNTIVO CIGO E CIGS
I datori di lavoro privati ex art. 8, c. 1, D.L. n. 41/2021 che, a decorrere dal 1° luglio 2021, sospendono o riducono l’attività e presentano domanda di integrazione salariale ordinaria o straordinaria ai sensi degli artt. 11 e 21, D. Lgs. n. 148/2015, sono esonerati dal versamento del contributo addizionale fino al 31 dicembre 2021. Sono preclusi i licenziamenti.
CIGS ALLE AZIENDE DI RILEVANZA STRATEGICA
E’ prevista la proroga di 6 mesi della Ciggs per le aziende di particolare rilevanza strategica che abbiano avviato processi di cessazione dell’attività, fruibili nel periodo dal 26 maggio al 31 dicembre 2021.
REDDITO DI EMERGENZA
E’ prevista, per l’anno 2021 e su domanda, la corresponsione di quattro quote aggiuntive di reddito di emergenza con riferimento alle mensilità di giugno, luglio, agosto e settembre 2021.
REDDITO DI ULTIMA ISTANZA PROFESSIONISTI DISABILI
Il reddito di ultima istanza è stato esteso ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti con disabilità. L’importo è pari a 600,00 euro mensili rispettivamente per marzo e aprile 2020 e di 1.000,00 euro per maggio 2020. Dovrà essere presentata apposita domanda presso le rispettive casse di previdenza entro il 31 luglio 2021, secondo il modello predisposto dai singoli enti.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Emergenza Covid-19 PR_Legge 23 luglio 2021- sostegni bis.pdf -
Emergenza Covid-19 TESTOCOORDINATO_Decreto-Legge 25 maggio 2021.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236