9 aprile 19: Flussi d’ingresso 2019: il decreto è in Gazzetta

Home Primo piano Notizie in tempo reale Flussi d’ingresso 2019: il decreto è in Gazzetta

Presidente del Consiglio dei Ministri
Decreto del 12 marzo 2019
G.U. n. 84 del 9 aprile 2019
È stato pubblicato in Gazzetta il decreto che conferma in 30.850 le quote complessive per l’ingresso in Italia, nel 2019, degli stranieri per lavoro autonomo e subordinato, comprese le conversioni dei permessi di soggiorno già detenuti dai cittadini non comunitari presenti sul territorio italiano e gli ingressi per motivi di lavoro stagionale, già previste lo scorso anno dal Dpcm 15 dicembre 2017.
INGRESSI PER LAVORO SUBORDINATO NON STAGIONALE E PER LAVORO AUTONOMO
Gli ingressi per lavoro subordinato non stagionale e per lavoro autonomo, pari a 12.850 quote, è così ripartito:
-> 500 quote per i cittadini stranieri non comunitari residenti all’estero che hanno completato programmi di formazione e istruzione nei Paesi d’origine ai sensi dell’art. 23 del D. Lgs. n. 286/1998;
-> 100 quote per lavoratori di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori fino al terzo grado di linea diretta di ascendenza (genitori, nonni e bisnonni), residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile.
-> 2.400 quote per i lavoratori autonomi appartenenti a determinate categorie (art. 3, Dpcm 12 marzo 2019).
RISERVA PER LE CONVERSIONI
Il numero di quote riservato alle conversioni è di 9.850. Si tratta delle quote riservate a coloro che devono convertire in lavoro subordinato o lavoro autonomo il permesso di soggiorno già posseduto ad altro titolo. Sono così ripartite:
-> 4.750 quote riservate a chi ha un permesso di soggiorno per lavoro stagionale da convertire in permesso di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale;
-> 3.500 quote riservate a chi ha un permesso di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale da convertire in permesso di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale;
-> 800 quote riservate a chi ha un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciato non dall’Italia ma da altro Stato membro dell’Unione europea da convertire in permesso di soggiorno per lavoro subordinato non stagionale;
-> 700 quote riservate a chi ha un permesso di soggiorno per studio, tirocinio e/o formazione professionale da convertire in permesso di soggiorno per lavoro autonomo;
-> 100 quote riservate a chi ha un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo rilasciati da altro Stato membro dell’Unione europea da convertire in permesso di soggiorno per lavoro autonomo.
L’argomento è stato approfondito nella Rivista n. 2019 - 15 La Rivista del Lavoro riservata agli abbonati.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Stranieri e lavoro all'estero PCM_Decreto 12 marzo 2019.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236