9 marzo: Regime di reperibilità ed orario di lavoro: intervento europeo

Home Primo piano Notizie in tempo reale Regime di reperibilità ed orario di lavoro: intervento europeo

Corte di Giustizia dell'Unione Europea
Sentenza del 9 marzo 2021 - Causa C-344/19
Comunicato 35/21 del 9 marzo 2021
La Corte di Giustizia europea è intervenuta sugli aspetti dell’organizzazione dell’orario di lavoro, con riferimento alla retribuzione rivendicata per i servizi di guardia o prontezza in regime di reperibilità, stabilendo che: un periodo di guardia o prontezza in regime di reperibilità costituisce, nella sua interezza, orario di lavoro soltanto qualora i vincoli imposti al lavoratore pregiudichino in modo assai significativo la sua facoltà di gestire, nel corso di tale periodo, il proprio tempo libero. In tal senso, non sono rilevanti le difficoltà organizzative che un periodo di guardia o prontezza può determinare per il lavoratore e che sono la conseguenza di fattori naturali o della libera scelta di costui.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Orario di lavoro e assenze Corte di Giustizia UE Comunicato 35-21.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236