9 ottobre: Tutela previdenziale per quarantena: chiarimenti

Home Primo piano Notizie in tempo reale Tutela previdenziale per quarantena: chiarimenti

Inps
Messaggio n. 3653 del 9 ottobre 2020
Facendo seguito alle indicazioni fornite con il Messaggio n. 2584 del 24 giugno 2020, anche alla luce degli interventi normativi post Covid-19 (nello specifico, D.L. n. 18/2020 e Legge n. 27/2020), sono stati forniti alcuni chiarimenti per i lavoratori aventi diritto alla tutela previdenziale della malattia.
I temi oggetto di chiarimento riguardano;
1. quarantena/sorveglianza precauzionale e lavoro agile,
2. quarantena per ordinanza amministrativa,
3. quarantena all’estero,
4. quarantena/sorveglianza precauzionale e Cigo, Cigs, Cigd e assegno ordinario.
Si evidenza che l’Inps ha precisato che, non è possibile ricorrere alla tutela previdenziale della malattia o della degenza ospedaliera, nei casi in cui il lavoratore in quarantena (art. 26, comma 1) o in sorveglianza precauzionale perché soggetto fragile (art. 26, comma 2) continui a svolgere, sulla base degli accordi con il proprio datore di lavoro, l’attività lavorativa presso il proprio domicilio, mediante le citate forme di lavoro alternative alla presenza in ufficio. In tale circostanza, infatti, non ha luogo la sospensione dell’attività lavorativa con la correlata retribuzione. È invece evidente che in caso di malattia conclamata (art. 26, comma 6) il lavoratore è temporaneamente incapace al lavoro, con diritto ad accedere alla corrispondente prestazione previdenziale, compensativa della perdita di guadagno.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Emergenza Covid-19 INPS-Messaggio 3653_inps.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236