31 gennaio: Lavoro agile dall'Italia per datore di lavoro con sede all'estero

Home Primo piano Notizie Lavoro agile dall'Italia per datore di lavoro con sede all'estero

Agenzia delle Entrate
Risposta a Interpello n. 55 del 31 gennaio 2022
Anche i soggetti che vengono a svolgere in Italia, in modalità di lavoro agile, le attività alle dipendenze di un datore di lavoro con sede all'estero o i cui committenti siano soggetti stranieri non residenti possono accedere al regime fiscale di favore per i lavoratori impatriati. Ciò in quanto la norma non prevede che l'attività sia svolta per un'impresa operante sul territorio dello Stato. La condizione necessaria per fruire dell’agevolazione fiscale è che il lavoratore:
• trasferisca la residenza nel territorio dello Stato, ex art. 2 del Tuir;
• non sia stato residente in Italia nei due periodi d'imposta antecedenti al trasferimento e s’impegni a risiedere in Italia per almeno 2 anni;
• svolga l'attività lavorativa prevalentemente nel territorio italiano.

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Lavoro agile AE-Risposta a interpello 55.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236