5 gennaio 22: Retribuzione dei collaboratori domestici e limite dei contanti

Home Primo piano Notizie Retribuzione dei collaboratori domestici e limite dei contanti

Assindatcolf
Comunicato del 5 gennaio 2022
Si rende noto che, con decorrenza dal 1° gennaio 2022, anche il pagamento dello stipendio dei collaboratori familiari sono sottoposti alle limitazioni imposte dalla legge [art. 18 D.L. 124/2019] all’uso del denaro contante. Pertanto non si potranno corrispondere importi in contanti superiori ad € 1.000. Inoltre si rammenta che solo con i pagamenti tracciati è possibile ottenere, laddove sussistano i requisiti, le relative agevolazioni fiscali. Nello specifico:
• chiunque abbia alle proprie dipendenze un collaboratore domestico può portare in deduzione (per un massimo di € 1.549,37, a prescindere dal numero dei dipendenti) i contributi versati all’Inps per le attività di colf, badanti e baby sitter, solo relativamente alla quota a carico del datore di lavoro;
• quanto alle detrazioni, solo chi si affida alla cura di una badante (per assistenza a non autosufficienti) ed ha un reddito che non supera € 40.000 annui potrà godere della parziale detrazione del costo dello stipendio, pari al 19% di € 2.100 (quindi, per un massimo di € 399).

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Lavoro domestico Lavoro domestico- Stretta sui contanti_ dal 1° gennaio 2022 cash solo sotto i 1000 euro.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236