22 giugno 18: Pubblicato il decreto attuativo sul bonus spese formazione 4.0

Home Primo piano Notizie in tempo reale Pubblicato il decreto attuativo sul bonus spese formazione 4.0

Ministero dello Sviluppo Economico
Decreto 4 maggio 2018
G. U. n. 143 del 22 giugno 2018
È stato pubblicato in Gazzetta il decreto che disciplina le modalità e i criteri di concessione del credito d’imposta sulle spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0, istituito dalla legge di Bilancio 2018 (articolo 1, commi da 46 a 56, Legge 205/2017).
BENEFICIARI
Il credito d’imposta è concesso a tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato. Gli enti non commerciali che esercitano attività commerciali possono accedere al credito d'imposta in relazione al personale dipendente impiegato anche non esclusivamente in tali attività. Il credito d'imposta non si applica alle «imprese in difficoltà», così come definite dall'art. 2, punto 18), del Regolamento (UE) n. 651/2014.
SPESE AGEVOLABILI
Sono ammissibili solo le attività di formazione pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali, effettuate nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017, svolte per acquisire o consolidare le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano nazionale Industria 4.0, applicate ai seguenti ambiti:
- informatica;
- tecniche e tecnologie di produzione;
- vendita e marketing.
Non sono ammissibili le spese sostenute per la formazione ordinaria o periodica organizzata dall’impresa per adeguarsi alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro, di protezione dell’ambiente e a ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione.
MISURA DELL’AGEVOLAZIONE
Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 40% delle spese relative al solo costo aziendale del personale dipendente, per il periodo in cui è occupato nelle attività formative, entro un massimo di 300.000 euro per beneficiario.
MODALITÀ DI FRUIZIONE
Il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell'art. 17 del D. Lgs. 9 luglio 1997, n. 241, presentando il modello F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto dell'operazione di versamento.
L’argomento è stato approfondito nella Rivista n. 32/2018, riservata agli abbonati. 2018 - 32 La Rivista del Lavoro

Allegati
Argomento Anteprima/Download Descrizione
Formazione MISE_Decreto 4 maggio 2018.pdf -
Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236