FONTI: Giurisprudenza

Home

Corte di Cassazione Sentenza n. 6328 del 16 marzo 2010 Le ragioni che giustificano l’assunzione a termine devono essere sufficientemente particolareggiate, in maniera da rendere possibile la conoscenza dell'effettiva portata delle stesse e quindi il relativo controllo di effettività. Se nel caso concreto ricorrono tre ragioni legittimanti è ben - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 7032 del 24 marzo 2010 I comportamenti extralavorativi che costituiscono fatti-reato, possono costituire presupposto di licenziamento per giusta causa, anche senza attendere l'esito del procedimento penale, purché i fatti possano essere adeguatamente provati in sede civile. L'apprezzamento del giudice in merito alla sussistenza dei fatti - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 8335 del 8 aprile 2010 Il verbale redatto dall'ispettore del lavoro o dal funzionario dell'Istituto Previdenziale, e contenente i fatti che sono avvenuti in sua presenza, fanno prova fino a querela di falso. Invece, le circostanze raccolte in occasione dell’acquisizione di documenti saranno valutate - Leggi tutto...

Corte di Cassazione – Sezioni Unite Sentenza del 14 aprile 2010 L'impugnazione del licenziamento (ex art. 6, legge n. 604/1966) tramite dichiarazione spedita al datore di lavoro con raccomandata deve intendersi tempestivamente effettuata allorché la spedizione avvenga entro 60 giorni dalla comunicazione del licenziamento o dei relativi motivi, - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 5864 dell’11 marzo 2010 Le garanzie procedimentali dettate dall'art. 7, commi secondo e terzo, della legge 20 marzo 1970, n. 300, devono trovare applicazione nell'ipotesi di licenziamento di un dirigente - a prescindere dalla specifica collocazione che lo stesso assume nell'impresa. Dalla violazione - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 3604 del 16 febbraio 2010 La parte cui sia stato mosso un addebito disciplinare riferito a fatti circostanziati non può limitarsi ad una contestazione generica, ma deve rispondere a sua volta in maniera specifica, contrapponendo specifici elementi diversi, tali da escludere l'esistenza di quelli posti - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 4892 del 1° marzo 2010 Potrebbe rivelare intento elusivo della disposizione che prevede la “promozione automatica” la reiterata assegnazione a mansioni superiori per periodi inferiori, singolarmente considerati, al termine previsto dall'art. 2103 cod. civ., ma superiori per cumulo di più di esse. Spetta al datore - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 3598 del 16 febbraio 2010 Il lavoratore assunto a termine per la sostituzione del lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto può svolgere mansioni diverse dal lavoratore sostituito, posto che le ragioni sostitutive possono essere considerate sussistenti anche in presenza di situazioni di “scorrimento”, - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 3603 del 16 febbraio 2010 La comunicazione di cui all'art 4, comma 9, della legge 23 luglio 1991, n. 223 deve contenere non solo l’elenco dei lavoratori licenziati ma anche e soprattutto i criteri di scelta concordati con le organizzazioni sindacali, poiché vi è necessità - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 4623 del 25 febbraio 2010 E’ doppio il permesso giornaliero spettante alla madre o al padre, in alternativa al prolungamento fino a tre anni del congedo parentale, di due ore di permesso giornaliero, in caso di figli gemelli entrambi con handicap grave.   - Leggi tutto...

Pagina 120 di 135
Inizio Indietro 116 117 118 119 120 121 122 123 

Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236