FONTI: Giurisprudenza

Home

Corte di Cassazione Sentenza n. 26164 del 14 dicembre 2009 L'interpretazione della clausola di un contratto collettivo di livello territoriale è censurabile in sede di legittimità solo per vizi di motivazione o per violazione dei canoni legali di ermeneutica contrattuale (governati da un principio  di  gerarchia,  in  forza  del  quale - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 1576 e n. 1577 del 26 gennaio 2010 La Corte Costituzionale, con sentenza n. 214 del 14 luglio 2009, aveva stabilito che il principio secondo il quale l'apposizione del termine al contratto di lavoro è consentita per ragioni di carattere sostitutivo, va interpretato sulla - Leggi tutto...

Corte di cassazione - Sezione II civile Sentenza n. 2860 del 22 gennaio-9 febbraio 2010 La clientela può essere trasferita insieme allo studio. La Cassazione ammette la legittimità del contratto con cui si prevede, dietro compenso, la cessione dei clienti seguiti dal professionista con un limite però: dato il - Leggi tutto...

Corte Costituzionale Sentenza n. 48 del 8 febbraio 2010 E’ legittima la norma (art. 20 c. 1 del D.L. n. 112/2008 conv. in Legge 133/2008) che aveva interpretato autenticamente l'art. 6 II comma Legge  n. 138/1943 in materia di contribuzione di malattia. La norma richiamata, che esonera l'INPS - Leggi tutto...

Corte di cassazione - Sezione Lavoro Sentenza n. 3023 del 10 febbraio 2010 Se la Cassa di previdenza nega la ricongiunzione di periodi assicurativi al professionista, precludendogli in questo modo di andare in pensione, è tenuta al risarcimento dei danni nei suoi confronti. Secondo la sezione Lavoro della - Leggi tutto...

Sentenza n. 3240 del 12 febbraio 2010 Possiamo dire che si è posto fine alle pretese dell’Inps di richiedere la doppia iscrizione, IVS Commercianti e Gestione Separata, per soci di Società Commerciale (nella forma di S.r.l) che oltre a svolgere personalmente la propria attività in azienda con carattere di abitualità, - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 26991 del 22 dicembre 2009 L’imprenditore, ai sensi degli art. 2086 e 2104 cod civ., ha il potere di controllare direttamente o mediante la propria organizzazione gerarchica l'adempimento delle prestazioni lavorative e quindi di accertare mancanze specifiche dei dipendenti, già commesse o in corso di - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 27825 del 30 dicembre 2009 Al fine di escludere il diritto del dipendente al riconoscimento della qualifica superiore per effetto dei contenuti professionali delle mansioni svolte per il tempo minimo previsto dalla normativa, non è sufficiente che il datore di lavoro, nell'esercizio del suo potere - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 1584 del 26 gennaio 2010 In merito alla riconducibilità del rapporto alla associazione in partecipazione con apporto di prestazione lavorativa da parte dell'associato o al lavoro subordinato con retribuzione collegata agli  utili  dell'impresa  si  esige  un'indagine del giudice di merito volta a cogliere la prevalenza, - Leggi tutto...

Corte di Cassazione Sentenza n. 26368 del 16 dicembre 2009 Con riferimento alla valutazione di un eventuale comportamento antisindacale del datore di lavoro, in relazione ad uno sciopero indetto dai lavoratori e affidamento delle mansioni svolte dai lavoratori in sciopero ad altri dipendenti, il giudice di merito verifica, se la - Leggi tutto...

Pagina 120 di 133
Inizio Indietro 116 117 118 119 120 121 122 123 

Accedi

Inserisci email e password per effettuare l'accesso alla tua area riservata e visualizzare le aree e i documenti a te dedicati.



REGISTRATI

Vuoi visualizzare le aree riservate e rimanere aggiornato sulle novità in materia di fisco e leggi sul lavoro? Registrati subito e gratuitamente tramite la pagina di iscrizione.

IO SRL - p.iva.: 03667950236